U Thant


Sri Chinmoy e U Thant
29 febbraio 1972
Sede Nazioni Unite, New York


Le parole di U Thant rivolte a Sri Chinmoy:

“Ho sentito parlare di te da molte persone. Chiunque mi parli di te è pieno di apprezzamento e ammirazione e io personalmente sento che stai svolgendo un compito molto significativo per le Nazioni Unite. E’ stato per me un grande privilegio incontrarti. Ti prego di ricevere il mio sincero rispetto e attenzione per quello che stai facendo per il genere umano.”

29 Febbraio 1972
Incontro presso la sede delle Nazioni Unite, New York


“Hai instillato qui, nelle menti di centinaia di persone, i valori morali e spirituali che entrambi abbiamo molto cari. Ricorderò sempre l’occasione memorabile del nostro incontro alle Nazioni Unite”

10 Aprile 1972
Incontro presso la Sede delle Nazioni Unite, New York


  “Sri Chinmoy ha svolto un notevole servizio presentando il lavoro in un linguaggio semplice, comprensibile anche ai non esperti. Il suo porre in risalto le caratteristiche fondamentali del Buddismo, che sono compassione, amore, rinuncia, pace, dovrebbe stimolare le idee dei leaders politici e dei leaders di pensiero in ogni luogo....Io sento davvero che solo applicando praticamente gli insegnamenti di grandi leaders religiosi, in particolare lo sviluppo dell’aspetto morale e spirituale della vita, come Sri Chinmoy ha sottolineato nella rappresentazione – amore, compassione, tolleranza, la filosofia del vivi e lascia vivere, modestia e anche umiltà – solo con questo approccio saremo capaci di formare il genere di società che vogliamo, una società veramente morale, una buona società, una società vivibile che è la meta di tutte le grandi religioni...”
25 Maggio 1973
(dopo la rappresentazione inaugurale del pezzo teatrale “Siddhartha diventa il Buddha” di Sri Chinmoy), Harrison, New York
  

Le parole di Sri Chinmoy su U Thant

“Sorriso della Divinità e Anelito dell’Umanità”

“U Thant, U Thant,
Noi amiamo la tua anima di silenzio,
Noi abbiamo amato il tuo cuore di compassione.
Il tuo ruolo di armonia del mondo
Ha sfidato il dardo dell’ignoranza.
Pilota supremo dell’ONU,
Tu hai fatto tesoro del sogno di perfezione."


“La vita di umiltà di U Thant fu il risultato della nobiltà del suo cuore. La nobiltà del suo cuore fu il risultato della divinità senza pari della sua anima.

Nel mondo interiore, egli fu la promessa di Dio, la Promessa di Dio al mondo esteriore. Nel mondo esteriore egli fu la fiducia dell’uomo, la fiducia dell’uomo nel divenire uno strumento devoto del mondo interiore.”


“Semplicità fu la vita di U Thant.
Sincerità fu la mente di U Thant.
Purezza fu il cuore di U Thant.
Suo fu l’approccio di una dignità
Serena e illuminata.”